ACNE, PSORIASI E ATOPIA NEI BAMBINI

Acne: come affrontarla a 360 gradi?
Come si presenta la psoriasi nel bambino?
Quali sono i migliori trattamenti per la dermatite atopica?

Le malattie della pelle nei bambini e negli adolescenti richiedono un approccio integrato per la delicatezza di questi momenti evolutivi.

Generalmente si pensa che alcune malattie dermatologiche si presentino solo in determinate fasce d’età. Infatti, mentre la dermatite atopica è riconosciuta come una patologia infantile, l’acne è ritenuta un problema tipico dell’adolescenza e la psoriasi principalmente della fase adulta.

In realtà queste patologie si possono presentare anche nel bambino, con sfaccettature diverse rispetto a quelle dell’adolescente o dell’adulto.

L’importanza del trattamento dermocosmetico

Dalla psoriasi…

Nel bambino la psoriasi a livello di palpebre, orecchie e piega ombelicale, ad esempio, si presenta frequentemente senza la desquamazione caratteristica di questa patologia. Anche nella zona ano-genitale si può manifestare con chiazze rosse prive di squame. Inoltre in alcuni casi dermatite atopica e psoriasi possono presentarsi contemporaneamente, rendendo più complesso il quadro clinico e la diagnosi.

Per quanto riguarda il trattamento dermocosmetico, i prodotti topici a base di urea rappresenta una scelta efficace e sicura solo se il bambino presenta una psoriasi a placche di grado lieve-moderato. Questo attivo infatti, stimolando la desquamazione delle placche psoriasiche, regola e normalizza la desquamazione, migliorando il quadro patologico.

… all’acne

L’acne, generalmente conosciuta per colpire soprattutto gli adolescenti, può presentarsi anche nel neonato e nella prima infanzia.

Acne neonatale: un fenomeno transitorio che può essere evidente alla nascita o comparire nelle prime 4 settimane di vita. Solitamente si risolve spontaneamente entro i primi 3 mesi senza lasciare segni cutanei.

Acne infantile: si manifesta intorno ai 3-6 mesi e può cronicizzare e avere degli esiti cicatriziali. Per questo richiede un confronto diretto con il medico per individuare il trattamento più appropriato.

Acne giovanile: è un disturbo comune tra gli adolescenti, ma fortunatamente il 90% dei casi è lieve-moderato. In queste situazioni i prodotti dermocosmetici sono un complemento fondamentale della terapia: migliorano i risultati del trattamento farmacologico e possono aiutare a ridurne i tempi.

Nello specifico, nelle relazioni del congresso è stata ribadita l’importanza della detersione, che deve essere adatta per le pelli acneiche.  La detersione, infatti, aiuta a rimuovere l’eccesso di sebo, i residui dei farmaci applicati e lo sporco che si accumula durante la giornata.

Quest’ultimo aspetto è da tenere particolarmente in considerazione per gli adolescenti, che possono passare molte ore all’aperto (ad esempio per praticare sport). I giovani devono essere quindi educati sull’importanza di una corretta pulizia della pelle.

…e all’atopia

L’importanza del trattamento dermocosmetico è stata ribadita parlando anche di dermatite atopica. È stata sottolineata ancora una volta l’efficacia degli emollienti, non solo come coadiuvanti del trattamento farmacologico, ma anche come “agenti preventivi”.

Un difetto della barriera cutanea a livello dello strato corneo è ampiamente riconosciuto come la causa principale della dermatite atopica. Utilizzare quindi emollienti in grado di riparare questo difetto fin dalla nascita rappresenta l’unica forma di prevenzione per contenere e migliorare il decorso della malattia.

A questo si deve aggiungere una detersione delicata, con prodotti che rimuovono lo sporco per affinità senza danneggiare la barriera cutanea già compromessa.