Emollienti: il ruolo in dermatite atopica e psoriasi

Dermatite atopica e psoriasi sono tra le più diffuse malattie croniche cutanee.

La dermatite atopica si manifesta con chiazze rosse che possono essere accompagnate da vescicole, croste e prurito.
Questi segni sono localizzati soprattutto a livello di guance, fronte e cuoio capelluto nei primi mesi di vita. Mentre negli anni successivi compaiono su mani, zona periorale e pieghe di gomiti e ginocchia.

La psoriasi, invece, si manifesta con chiazze eritematose ricoperte da scaglie lamellari biancastre nella sua forma più diffusa, nota come “psoriasi a placche”.

Nonostante si manifestino in modo diverso, la dermatite atopica e la psoriasi sottendono una causa comune: un difetto della barriera cutanea. Se per la dermatite atopica il difetto della barriera cutanea è assodato ormai da tempo, per la psoriasi è stata conclamata tra le cause solo negli ultimi anni.

Lipidi epidermici e patologie cutanee

La pelle dei soggetti affetti da psoriasi, così come quella delle persone con dermatite atopica, presenta una carenza di lipidi epidermici, in particolare di ceramidi.

Queste molecole, insieme al colesterolo e agli acidi grassi, sono lipidi fondamentali della pelle. La loro presenza, in un determinato rapporto, determina una corretta strutturazione della barriera cutanea. I lipidi epidermici rappresentano infatti il “cemento” cellulare necessario a tenere ordinati i corneociti, ovvero i “mattoni” della barriera epidermica.

Una carenza di questi lipidi porta a una minore capacità della pelle di agire come barriera nei confronti dell’ambiente esterno. Di conseguenza, la pelle non riesce più a trattenere l’acqua e a impedire la penetrazione di agenti nocivi al suo interno.

Nella dermatite atopica e nella psoriasi un disequilibrio della barriera cutanea può innescare o aggravare i sintomi, stimolando la proliferazione eccessiva delle cellule cutanee e favorendo l'infiammazione. Si crea quindi un circolo vizioso.

Apportare lipidi epidermici con gli emollienti

Per questo motivo l’applicazione di emollienti a base di lipidi epidermici è una parte fondamentale della gestione di dermatite atopica e psoriasi. Nelle forme più gravi, il prodotto emolliente è un coadiuvante al trattamento farmacologico stabilito dal medico, mentre nelle forme più lievi può rappresentare il trattamento di prima scelta.

Il meccanismo d’azione degli emollienti non è dovuto solamente alla presenza di lipidi epidermici: tutti i componenti del veicolo svolgono un ruolo fondamentale.

Un veicolo a base di sostanze ad alto potere emolliente (come la paraffina) garantisce, infatti, l’effetto semiocclusivo che permette alla pelle di limitare la perdita di acqua. Allo stesso tempo la protegge dagli agenti esterni.

Perché è importante applicare l'emolliente tutti i giorni?

L’applicazione del prodotto emolliente deve avvenire in maniera costante affinché possa svolgere la sua azione coadiuvante.

Nelle fasi acute si consiglia l’applicazione abbondante e ripetuta più volte al giorno. In particolare, l'emolliente va applicato dopo ogni detersione: momento che può mettere a dura prova la pelle di chi soffre di psoriasi o dermatite atopica.

Nelle fasi di remissione, l’applicazione non deve essere dimenticata per mantenere i risultati ottenuti con la terapia farmacologica e prevenire il ritorno dei sintomi.

 

Le informazioni riportate non sono consigli medici. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere dell’esperto.